Archivio per dicembre 2011

ATTENZIONE: Virus + richiesta 100 euro da Italia-Film


Ci è appena giunta questa segnalazione da una utente del nostro gruppo Facebook “Non Pagate Easy Download” cui diamo spazio:

ATTENZIONE MOLTO IMPORTANTE:il mio pc da ieri sera è ko per un avviso simile, stavo guardando un cartone in streaming (American Dad su Italia-Film) e tutto d’u tratto mi si è aperta una finestra con un messaggio simile ma un pò più “forte” invitandomi a pagare 100 euro (con scritto che ho navigato su siti pornografici in cui c’erano immagini diviolenza su minori e che la mia mail invia messaggi terroristici) che non POSSO CHIUDERE, ma che mi spegne automaticamente il pc.

Il sito della Guardia di Finanza ove si possono reperire info utili:
http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Home/Strilli_Principali/Spamming/info1501442415.html

QUI LE ISTRUZIONI DELLA GDF PER LA RIMOZIONE DEL VIRUS: istruzioni_Virus_ItaliaFilm

QUI LA FINTA PAGINA WEB:  Pagina_Web_falsa
QUI IL FINTO MODULO           : Finto_Modulo
___________________________________________________________________________________________________________
Sono state molte, negli ultimi giorni, le segnalazioni ricevute dal centralino del Servizio “117” del Comando Provinciale di Asti, per due diverse frodi telematiche che si stanno diffondendo tramite internet. Nella prima, un virus apre un pop-up con lo slogan “insieme per la legalità” in cui un falso avviso web proveniente dalla Guardia di Finanza segnala di aver bloccato il computer a seguito del rilevamento di attività illegali e, con un avviso perentorio, invita a pagare cento euro per rendere di nuovo attivo il proprio pc. Una truffa in piena regola: l’email, se aperta, potrebbe anche installare qualche virus.

Ma ne esiste anche una seconda che si manifesta con la ricezione di una e-mail proveniente dalla mail http://www.gdf.gov.it_servizio_ clienti@gdf.it che invita a compilare un modulo con i propri dati personali; in caso di maldestro invio, l’utente viene reindirizzato sul sito originale del Corpo così da convincerlo di aver intrattenuto un vero rapporto con le Fiamme Gialle. In realtà, i propri dati sensibili sono stati inviati ad un sito thailandese ed utilizzati per la creazione di banche dati da sfruttare anche per fini illeciti.

In entrambi i casi si suggerisce di presentare tempestivamente una denuncia ad un qualunque Reparto del Corpo o ad altra Forza di Polizia. Per ogni necessità ci si può anche rivolgere al GAT – Nucleo Speciale Repressione Frodi Telematiche della Guardia di Finanza – al numero di telefono 06 229381 o inviare una e-mail al seguente indirizzo: SOS@GAT.GDF.it.

Dal giornale “LA PULCE” di ASTI   http://www.lapulceonline.it/2011/12/frodi-telematiche-ora-anche-con-il-logo-della-guardia-di-finanza/

, , , , , ,

5 commenti

Novità legislative in tema di e-commerce: proposte dalla Germania


Chi fu coinvolto nella prima edizione di questa truffa, con Easy Download, ricorderà che una delle azioni che avviammo prevedeva l’invio di una mail al Segretario Generale del ministero della Giustizia Tedesco Sabine Leutheusser-Schnarrenberger, in quanto la Società Euro Content Ltd era tedesca. In Germania qualcosa si sta muovendo in sede legislativa e, dunque,  Sabine Leutheusser-Schnarrenberger ha fatto pressioni presso il parlamento europeo affinchè si recepiscano le novità legislative che il governo federale tedesco intende attivare in materia di commercio elettronico in internet.

In sintesi la nuova legge stabilisce:

  • Si deve pagare SOLO se si conosce da subito il costo reale del servizio.Gli utenti devono pagare solo quando in realtà conoscono quanto ammonta il loro obbligo di pagamento.
  • Un contratto con un consumatore che acquista tramite commercio elettronico dovrebbe entrare in esistenza solo quando il consumatore ha espressamente confermato nel suo ordine che egli accetta di effettuare un pagamento.
  • Al momento dell’ordine on-line su piattaforme Internet, tramite pulsanti, è necessario che l’ingiunzione di pagamento sia leggibile con parole, o una formulazione unica corrispondente all’ordine ed  etichettato in maniera chiara.
  • Modelli di business dubbi potranno essere rimossi.
  • Il provider che fornisce strutture e server a chi pratica condotte commerciali scorrette può anche essere punibile (come ha deciso la Corte d’appello di Francoforte sul Main di recente).

Su iniziativa del governo federale tedesco è stata proposto che venga inserita tale direttiva nella carta dei diritti dei consumatori.
Il Parlamento europeo ha preso in esame la direttiva in data 23 Giugno 2011 e ne ha dato una prima lettura. Il Consiglio doveva decidere entro settembre 2011. Ma, che abbia poi deciso o meno non è dato sapere al momento. Quel che si sa è che ci vorrà del tempo prima che questa nuova direttiva europea venga recepita nel diritto degli Stati membri.
Il Governo federale tedesco, non ha voluto aspettare e ha quindi deciso di avviarla comunque dal 24 agosto 2011.

Per info:

http://www.bmj.de/DE/Buerger/verbraucher/KostenfallenInternet/kostenfallenInternet_node.html

http://www.schroederbusse.de/de/ArtikelDetail.php?id=9088

Si puo’ tradurre facilmente con google.

Lascia un commento

Colloquio con la dott.ssa Tesei Resp. procedimento Antitrust vs Estesa Ltd


Il 6 DICEMBRE HO AVUTO UN COLLOQUIO TELEFONICO CON LA DOTT.SSA TESEI DI ANTITRUST, RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO A CARICO DI ESTESA LTD.
MI HA RIFERITO CHE IL LORO PROCEDIMENTO E’ IN FASE CONCLUSIVA, VEROSIMILMENTE ENTRO LE FESTIVITA’ NATALIZIE, AL MASSIMO FINE DI QUEST’ANNO, SPERA DI PUBBLICARNE GLI ESITI (CHE SARANNO SCONTATI sicuramente vi sarà una pesantissima sanzione N.D.R.). COME GIA’ DETTO ANCHE DA NOI, ANTITRUST HA AVUTO QUALCHE RITARDO DOVUTO AI CAMBIAMENTI DI VERTICE, IN QUANTO IL NUOVO COLLEGIO INSEDIATOSI HA LA NECESSITA’ DI AGGIORNARSI, MA GLI UFFICI STANNO PROCEDENDO SPEDITAMENTE.

LA DOTT.SSA TESEI HA CONFERMATO E COMUNICATO QUANTO SEGUE:

  1. DI IGNORARE COMPLETAMENTE OGNI EVENTUALE SOLLECITO O ALTRO PROVENIENTE DA QUESTA SOCIETA’ E DI RESTARE ASSOLUTAMENTE TRANQUILLI.
  2. LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA E LA POLIZIA POSTALE HANNO ENTRAMBI DEI PROCEDIMENTI IN CORSO CONTRO QUESTA SOCIETA’.
  3. LA POLIZIA POSTALE FARA’ IN MODO DI OSCURARE IL SITO (MA, PERSONALMENTE, HO QUALCHE DUBBIO CHE VI RIUSCIRANNO N.D.R.). ANTITRUST HA CHIESTO ESPRESSAMENTE DI UTILIZZARE TUTTE LE COMPETENZE A DISPOSIZIONE DI TALE CORPO DI POLIZIA E TUTTI I LORO POTERI A TAL FINE, LADDOVE VE NE FOSSERO I REQUISITI.
  4. SI STANNO MUOVENDO TUTTI IN MANIERA SINERGICA, MA I PROBLEMI RESTANO GLI STESSI PER TUTTI NELL’INDIVIDUARE FISICAMENTE CHI OPERA PER FERMARLI UNA VOLTA PER TUTTE. STANNO CERCANDO DI ACQUISIRE INFORMAZIONI UTILI A IDENTIFICARE QUESTI SOGGETTI ALL’ESTERO.

SPERO E MI AUGURO DAVVERO CHE QUESTA COMUNICAZIONE SERVA A ELIMINARE L’ANSIA CHE ATTANAGLIA INGIUSTIFICATAMENTE ANCORA ALCUNI E A TRANQUILLIZZARE TUTTI DEFINITIVAMENTE.

, , ,

15 commenti