Archivio per luglio 2012

ITALIA-PROGRAMMI.NET:avvocato ultracentenario invia dalla tomba solleciti di pagamento


Al Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia – ufficio di Bolzano negli ultimi giorni sono pervenute numerose richieste di aiuto da parte di consumatori che continuano a ricevere solleciti di pagamento da parte di Estesa Ltd., titolare del sito internet italia-programmi, ma anche da un rinomato studio legale di Roma. Il CEC si è immediatamente attivato e ha svolto alcune ricerche in merito: è emerso che l’avvocato incaricato da italia-programmi è un avvocato ultracentenario – anno di nascita 1906 – e deceduto da ormai 20 anni. L’intervento del legale defunto consiste nel recuperare la seconda rata del contratto di abbonamento che il consumatore avrebbe a suo tempo concluso. In questo sollecito di pagamento, spedito via e-mail – a quanto pare direttamente dalla bara – l’avvocato non solo invita i consumatori a pagare la seconda rata, ma anche a saldare le spese e l’onorario che lo stesso avrebbe maturato, per il proprio intervento professionale.

Le consulenti del CEC hanno inoltre notato che i titolari del sito italia-programmi, per nulla scoraggiati dai provvedimenti di condanna adottati dall’Autorità garante per la concorrenza ed il mercato, hanno cambiato sembianze come un camaleonte. Difatti, Estesa Ltd. non solo ha esteso il dominio del sito di italia-programmi da italia-programmi.net ad italia-programmi.org, ma ha anche trasferito la sua sede legale dalle Seychelles a Cipro. Perfino il conto corrente presso il quale nei mesi scorsi molti consumatori, intimiditi dai solleciti, hanno preferito versare l’importo richiesto, è stato modificato. Ed anche italia-programmi.org è nuovamente attiva e spedisce solleciti di pagamento direttamente a quei consumatori, che in passato avevano pagato. Ma queste richieste di pagamento, non si riferiscono, come si potrebbe logicamente desumere, alla seconda rata dell’abbonamento concluso con italia-programmi.net – di questo si occupa il legale defunto. Al contrario, i solleciti si riferiscono ad un nuovo presunto abbonamento biennale che il consumatore avrebbe concluso per usufruire dei servizi di italia-programmi.org.

A tutti i consumatori che ricevono per posta o via e-mail solleciti di pagamento sia da parte di italia-porgrammi.org sia da parte dell’avvocato defunto, il CEC consiglia ovviamente di non pagare. L’esperienza ha dimostrato che se anche l’importo richiesto viene saldato, i solleciti di pagamento continuano ad essere recapitati, nella speranza che tale “strategia del terrore” possa portare a nuovi profittevoli frutti.

6 commenti